Proprietà ed applicazioni

Le sue foglie, i suoi frutti (unico frutto al mondo che giunto a maturazione è disidratato) e le sue radici nutrono e guariscono; il suo “spirito” protegge i villaggi e viene talmente rispettato dagli abitanti, che solo gli iniziati e i saggi hanno il permesso di arrampicarvisi sopra e non può essere abbattuto dall’uomo ma solo da eventi naturali.

Ancora sconosciuti al grande pubblico, i frutti e le foglie del Baobab sono stati ampiamente studiati e analizzati dai ricercatori di ogni parte del mondo ed esiste su questa pianta una vastissima letteratura medica. Pur essendo poco conosciuto è giustamente celebrato come un “superfood” e un efficace alimento-medicinale.

Contiene ottime quantità di vitamine, soprattutto di acido ascorbico (sei volte la quantità contenuta nelle arance) ma anche delle vitamine PP e quelle del gruppo B; è ricco di fibra alimentare, di tutti e otto gli aminoacidi essenziali.

Le capacità antiossidanti del frutto del baobab (dati dalla vitamina C e da numerosi fenoli tra i quali spicca una vasta gamma di antocianine, flavoni e acidi) sono superlative: esprimendole secondo l’indice IAC, il baobab ha valore 11.11, mentre la fragola ha 0,91, il kiwi ha solo 0,34 e l’arancia 0,10. Questo potere permette di riparare i danni alle cellule, di disinnescare processi d’invecchiamento e quelli degenerativi.

È una delle migliori fonti alimentari di rame, ed un’ottima risorsa di calcio, ferro, potassio, manganese, zinco e magnesio, e per questo indicato per recuperare energie e combattere la spossatezza. Le fibre, le mucillagini e i principi probiotici sostengono l’intestino nel suo lavoro ed aiutano la digestione. Tra le numerose altre proprietà del frutto si annoverano anche quelle antipiretica, antiinfiammatoria, antivirale, antibatterica, epatoprotettiva.

In commercio si trova la polvere di baobab, che contiene 9 calorie ogni 5 g, inclusi 125 mg di potassio, 3,9 g di carboidrati, 3 g di fibre, 0,7 g di zucchero e 0,1 g di proteine.

I Baobab sono alberi caducifogli con grande tronco, che raggiungono altezze tra i 5 e i 25 m (eccezionalmente 30 m); il diametro del tronco può raggiungere i 7 m (eccezionalmente 11 m). Sono famosi per la loro capacità d’immagazzinamento d’acqua all’interno del tronco rigonfio, che riesce a contenere fino a 120.000 litri per resistere alle dure condizioni di siccità di alcune regioni. Producono frutti ovoidali con un pericarpo commestibile e un grosso seme reniforme.

La polpa del frutto del Baobab, estratta dal guscio, una volta giunta a maturazione si presenta naturalmente disidratata; in particolare è ricca di fibre, solubili e non, vitamine, minerali, calcio ed aminoacidi.

Questa polpa farinosa viene semplicemente macinata e poi confezionata. Trova impiego, come esaltatore del gusto e dell’aroma, nella preparazione di frullati,succhi di frutta, gelati, barrette, prodotti da forno e innumerevoli altri alimenti. E poiché il frutto ha un alto contenuto di pectina, offre il vantaggio di essere unaddensante naturale e legante, ma può diventare anche una squisita bevanda dissetante: basta aggiungere un cucchiaino da te ad un bicchiere di acqua fresca, mescolare e il gioco è fatto!